Presentiamo: Acqua di Rossana Copler


Cari Riflessi di Lettori, oggi, vi presentiamo il nuovo romanzo di Rossana Colper, una simpaticissima ragazza che vive nell'Ontario. Ama Viaggiare e Scrivere. 
Nell'intervista, avrete comunque modo di conoscerla


È l'acqua che lava, che purifica e che si trasforma in arte che fa da sfondo a quest'incontro tra Oriente e Occidente. Due mondi così diversi che a fatica riescono ad amalgamarsi seguono il destino di due indivisibili amiche, Lisa e Valentina. La vita e la morte aleggiano nell'aria facendo vivere a pieno i sentimenti di amore, quello finto e quello vero, di dolore, di rabbia, di gioia ma soprattutto di speranza, anche quando questa sembra priva di ogni logica. Oriente e Occidente, Valentina e Lisa, spiritualità e corporeità sono alla base di una crescita personale alla quale le due protagoniste faranno da 'vittime' per raggiungere un importante grado di elevatezza dell'anima imparando a seguire la via che sceglie il cuore.



Link Utili per l'acquisto:



Ciao Rossana, anzitutto ti ringrazio per aver scelto il nostro blog, per pubblicizzare i tuoi scritti. Ne siamo davvero onorate.
Allora, cominciamo questa piccola intervista per conoscerci meglio, ma soprattutto per farti conoscere e approdare nel magico mondo dei lettori.



1) Questa tua passione per la scrittura è nata in modo particolare?

Direi di si. Non avevo mai pensato di scrivere prima di quel fatidico giorno in cui i miei pensieri hanno voluto prendere forma. E’ successo per caso, con un’ ispirazione trasportata da una canzone, al termine della quale, continuavo a formulare mentalmente frasi nuove, che avrei voluto ricordare. Mentre le scrivevo, mi riconoscevo e il mettere a nudo i miei pensieri, mi aiutava a riordinarli, a notare aspetti che mi erano sconosciuti fino a quel momento.
2) Cosa provi quando scrivi?
Mi svuoto, le energie e i pensieri vengono elaborati per dar vita a parole e frasi armoniche, che amo rileggere.

3) Che effetto ti fa sapere che, quel che hai scritto verrà letto da tanta gente?
A dir la verità scrivo per me. Se dovessi pensare alle persone, probabilmente cambierei talmente tanto che il testo non sarebbe spontaneo e perderebbe originalità
4) Anche se questa può sembrarti una domanda paradossale: Preferisci leggere o scrivere?
Scrivere, solo perché scrivere é per me quasi una necessità. Leggere é un piacere, sono due cose a mio avviso diverse anche se camminano a braccetto.
5) Che genere di narrativa preferisci?
I classici ….come Milan Kundera, Oscar Wilde,
6) Il tuo scrittore preferito? Perché?
Oscar Wilde. Mi piace il suo modo ricercato e al tempo stesso diretto di esprimere sentimenti personali. Mi piace il fatto che prende posizione e porta avanti coerentemente il suo punto di vista che, per l’epoca in cui ha vissuto, è senza dubbio fuori tempo. Spicca, spicca su tutti. Inoltre, nonostante non ami le descrizioni prolisse, Wilde mi colpisce per come usa metafore e correlazioni così particolari che lo contraddistinguono da molti, moltissimi.
7) Il tuo libro preferito? Perché?
Il ritratto di Dorian Gray per l’ originalità e per la capacità nel riuscire a relazionare il lettore in un tempo ormai passato ma con tematiche attuali. Porta alla luce la grande paura di tutti i tempi, la paura di invecchiare; Wilde battezza Dorian come il simbolo della gioventù egocentrica che non teme nulla. Ma come tutti i peccati, la superbia e la cattiveria non perdonano..non nel’800 e non nel 2015.
8) Quanto tempo dedichi, in media alla scrittura e alla lettura?  


Qualche ora al giorno. Se avessi più tempo, non farei altro!


9) Nel tuo libro è presente una Play List? 

Se si, vuoi condividerla con noi? Purtroppo no.

10) Come ci hai conosciuto? Cosa pensi di Noi?
Vi ho trovato in Facebook facendo delle ricerche su blogger che si occupano di libri. Sono stata colpita dalla professionalità e serietà con la quale gestite il sito. Se questa non è passione…Vi seguo sempre con ammirazione. Complimenti.




Cliccando (Qui) potrete accedere direttamente alla sua pagina Facebook