Recensione: Ugly Love - L'incastro (Im)Perfetto di Colleen Hoover || Inedita intervista a Nick Bateman ||









Siamo Aria e Rebecca, in pagina, insieme formiamo #AmicheDiLettura. 
Amiamo leggere i romanzi "insieme" per poi confrontare le nostre emozioni. Sperando di farvi interessare a questo romanzo, vi invitiamo a leggere la nostra recensione controcorrente e lo speciale sull'intervista a Nick Bateman!
È arrivato per noi il momento di fare il “lavoro sporco” e di andare controcorrente rispetto a molte recensioni che abbiamo già visto in rete.
Per questo non troverete toni entusiasti o lusinghe fini soltanto a sé stesse.
Prima di cominciare, però, vorremmo ricordarvi che ognuno in questo mondo ha gusti differenti (il mondo è bello perché vario) e l’importante è godere della lettura come un piacere sublime.
Quando un libro non piace o non incontra i nostri gusti di solito preferiamo astenerci dal commentarlo su "Riflessi di Libri", ma questo è un caso speciale dato che ne abbiamo sentito parlare benissimo e lo aspettavamo da diverso tempo.
Motiveremo attraverso una scaletta tutte le nostre perplessità e le cause che ci hanno portate a valutarlo con un basso punteggio. Ecco…a noi “L’incastro imperfetto” non è piaciuto.

Buona Lettura!

Ps: ci teniamo anche a sapere le vostre opinioni (concordi o meno) nei commenti.


Attenzione: La recensione contiene SPOILER!

SE PRENDETE, CITATE! GRAZIE



Trama


Quando Tate Collins incontra il pilota di linea Miles Archer, non è amore a prima vista. Non si considerano nemmeno amici. La sola cosa che Tate e Miles hanno in comune è un’innegabile attrazione reciproca.
Lui non cerca l’amore, lei non ha tempo per innamorarsi…rimane il sesso.
Una volta che i loro desideri sono messi in chiaro, realizzano di aver trovato la soluzione perfetta.
Il loro accordo potrebbe funzionare alla perfezione, fintanto che Tate riuscirà a rispettare due regole stabilite da Miles. Non chiedere mai del suo passato. Non aspettarsi nulla dal futuro.
E pensano di poter gestire la cosa, ma si rendono conto quasi subito che non è così.


L’amore s’intromette.
Le promesse non vengono mantenute.
Le regole vengono infrante.
L’amore diventa una minaccia.


Le Copertine

Clicca QUI per accedere


Dopo attenta discussione sulle opinioni riguardo alla copertina italiana (a destra) con le nostre colleghe lettrici, Rebecca ha deciso di crearne una nuova con Nick Bateman (che sarà Miles nella trasposizione cinematografica).

Clicca QUI per accedere

La preferite all'originale?





Non siamo delle neofite 'hooveriane' e abbiamo ampiamente adorato molti degli altri suoi scritti. Le aspettative riguardo questa autrice nello specifico sono sempre state alte per noi. I suoi romanzi sono soliti colpire per le personalità particolari e interessanti dei protagonisti e per l’effetto profondo che hanno sulle emozioni del lettore (definito "il jolly dell'autrice" da Arianna). Certo, fosse stato il suo primo libro ad essere letto da noi avremmo di sicuro accettato molto di più ogni singola scelta fatta ma, ahimè, non lo è stato.
Qualcuno l'ha addirittura adorato e non lo vogliamo condannare completamente (sino a metà romanzo almeno una di noi era ancora molto speranzosa) ma manca quel qualcosa.
Altre Lettrici, altri blog l'hanno osannato o etichettato come: "Il libro più bello fin'ora letto" o "Il libro dell'anno". Molte altre, invece, si sono innamorate follemente dei protagonisti.

Nell'immagine tutti i piloti citati nel libro. L'ultimo a destra è il protagonista

Se pensiamo a “Forse un giorno” o “Le coincidenze dell’amore”, giusto per fare un paio di esempi, non c’è proprio paragone.
Tra le altre cose, Miles non vi ricorda Holder, protagonista de "Le coincidenze dell'amore"? E la storia con Rachel, non vi ricorda un po’ troppo quella tra Sydney e Ridge in "Forse un giorno"?
Ma soprattutto, si parla per ¾ del libro degli occhi azzurri di Miles e poi per la trasposizione cinematografica viene scelto Mr. occhi castani da cerbiatto, Bateman?


Qualche citazione


Clicca QUI per accedere


 

Arianna: L'ho letto tutto, con fatica in due giorni, e con mio enorme stupore sono arrivata sino ai ringraziamenti. 

Qualche emozione c’è stata ma niente di entusiasmante. Solitamente questa autrice non “allunga la minestra” riscrivendo per più pagine lo stesso concetto e sa quando sorprendere il lettore. Stavolta non è successo.


Rebecca: Una mescolanza di stili non ben realizzata. Una delle note positive, sullo sfondo, il personaggio di Cap (Samuel, il portiere) che ha avuto per me quasi più fascino dei due protagonisti messi insieme. Per il resto, molta banalità.

  
Approfondiamo



I vari stili




-New Adult:
L’astinenza di lui per sei anni che ricorda una sorta di verginità ritrovata e il loro nascondersi come adolescenti. Poco credibile.

-Erotico:
La loro storia che si presumerebbe essere solo sessuale sfocia in una sorta di 50 sfumature costruito malamente.
Vogliamo parlare di lei che si morde il labbro per nascondere un sorriso e lui che le dice di non farlo perché adora vederla sorridere?! Mah




-Drammatico:
I fatti accaduti nel passato di Miles vengono affrontati come una sorta di lista della spesa compresa di voce fuori campo. Ci si aspetta che in qualche modo prima o poi il passato di lui venga affrontato integralmente nel suo presente, invece a parte pianti trattenuti e varie crisi si deve arrivare al frettoloso epilogo finale per vederlo giungere a patti con il suo dolore profondo.
Gli eventi che si presumerebbero sconvolgenti (e richiederebbero suspance*) come l’aereo che si schianta vengono liquidati in due telefonate più una sveltina.



*Fattore suspense:
Forse per un paio di secondi durante tutto l’intero romanzo.

-Sentimentale:
Le storie dei protagonisti e i loro lavori (Pilota e infermiera nello stereotipo non possono che essere che sexy) mettono delle buone basi per un classico sentimentale evergreen.
Poi, lui è bello e ha occhi azzurrissimi eccetera. Si cade davvero nello scontato.




LA TRASPOSIZIONE CINEMATOGRAFICA

Clicca QUI per vedere il Teaser Trailer

Clicca QUI per sentire la colonna sonora del film




Esclusivo: SPECIALE INTERVISTA A NICK BATEMAN


Diciamocelo, anche se il libro ci ha deluse, lui ancora ci piace (eccome!).
Abbiamo deciso di riassumervi alcuni dei punti di una recente intervista all'attore/modello/campione di arti marziali Nick Bateman in cui parla di se stesso ma anche e soprattutto di Ugly Love.


-Nick non ha in comune con Miles il suo presente oscuro ma potrebbe avere più in comune con lui la fase del suo passato in cui era felice con Rachel. (Ha l'aria di essere una persona realizzata)

-Il suo libro preferito è Ugly Love. (Ma chissà come mai. Noi speriamo non sia l'unico che abbia mai letto)

-Nick e le fan del libro ci tengono a specificare che la storia si discosta dalle 50 sfumature e non ha nulla a che vedere con il libro di E.L. James. (Io dei cenni, seppur piccoli, li ho visti. Già il fatto che in molti tendano a confrontarli dovrebbe far pensare)

-Nick ci tiene a far notare la differenza fra teaser e trailer. Quello che abbiamo visto è uno scorcio del lato oscuro del suo personaggio e non corrisponde a tutta la storia. (Ammetto dopo aver letto il libro che in effetti il teaser è abbastanza fuorviante e richiama in automatico al punto sopra appena citato)

-Nel  film ci saranno molte scene di nudo e ha dovuto allenarsi più intensamente per aggiungere massa muscolare al suo fisico (Un ottimo motivo per vedere questo film)

-Non sa ancora se indosserà lenti a contatto azzurre per il film ma se n’è parlato.
Avendo anche letto il romanzo Nick è conscio di quanto questo particolare sia importante.
Quindi, anche se non può promettere che avrà uno sguardo di ghiaccio, pensa che sarebbe una scelta sensata e lo farebbe volentieri. (Questo viene definito uno scoop dallo stesso intervistatore perché non se n'era mai parlato altrove)

-Nick si sente un nerd. Nel suo tempo libero guarda Netflix, gioca ai videogiochi (tipo Call of Duty), gli piace vedere film, andare in spiaggia, rilassarsi.

-NON è single. Lo dichiara PUBBLICAMENTE. (Cuori infranti in tutto il globo)

-Una fan ha chiesto a Nick di mostrare il suo tatuaggio alla telecamera e di spiegarne la storia. A quanto pare è stato un atto decisamente improvviso e spontaneo. (Forse aveva anche bevuto?! Non ci è dato sapere!)



-Ah, dettaglio insignificante ma necessario: ha passato tutta l'intervista attaccato a una tazza color senape e sicuramente il 99, 9% delle donne (anche degli uomini interessati, non discriminiamo) ha desiderato essere quella tazza per la durata della registrazione.


Se volete vedere tutta l'intervista in lingua originale:



* Questa intervista inedita è a cura di Rebecca,  peraltro la trovate - al momento - solo in questo blog. E' Severamente vietato, quindi, copiare e incollare sul vostro blog senza citare la fonte*
Grazie || Aria ||

Se ti è piaciuta questa Recensione, clicca G+1.
Ci farebbe molto piacere ricevere un tuo parere per sapere la tua impressione riguardo questo libro; qualsiasi commento fuorché offensivo è sempre ben accetto.