5 Novembre: Ricorda di non dimenticarmi di Jess Walter

«Una meraviglia, un vero gioiello, esilarante e al tempo stesso straziante.»
Huffington Post

1 milione di copie vendute solo negli USA
Numero 1 del New York Times
Tradotto in 31 Paesi
Leggi l'estratto, clicca QUI
N°1 del New York Times
Tradotto in 31 Paesi
Trama:
Quando Pasquale Tursi vede per la prima volta la bellissima Dee Moray è immerso nei suoi sogni, a immaginare che un giorno quel piccolo fazzoletto di costa avuto in eredità, possa diventare un’esclusiva cittadina di vacanza alla moda, e lui stesso un uomo d’affari di successo. Un’elegante imbarcazione con la donna a bordo si avvicina, e il giovane albergatore le porge la mano per scendere. La  onna alza lo sguardo e gli sorride. In quell’istante Pasquale è estasiato. Rimarrà legato a quel sentimento per il resto della sua vita, come la magia di un sogno che si ripete. Dee è un’attrice americana che ha il destino segnato da un male spietato. È lì di ritorno dal set romano di Cleopatra, in attesa del suo agente Michael Deane, che la accompagnerà in una clinica svizzera per le cure. Pasquale non capisce perché una celebrità come lei sia venuta ad alloggiare nella sua pensione diroccata, lontano dai lussi degli alberghi che deve essere abituata a frequentare.
Inizia così, sotto l’accecante sole della costa ligure, una delle più struggenti e luminose storie d’amore mai raccontate. Attraverso una carrellata di episodi, luoghi e personaggi indimenticabili, l’autore accompagna il lettore in un mondo dove ognuno di noi, almeno per un momento, ha sognato di vivere: Hollywood!


«Un monumento all'amore folle… Walter è uno scrittore di talento e originale.»

New York Times



«Ben costruito... un racconto stravagante e divertente che parla di desiderio, tradimento e amore.»

Publishers Weekly


«Una grande impresa di bravura narrativa.»

New York Times Book Review


«La prosa di Walter è gioiosa, divertente, sfacciata, spiritosa e ricca di colpi di scena ironici. Ha utilizzato tutti i trucchi del romanzo postmoderno creando un romanzo che è un inno alla vita, mai melenso.»

Kirkus Review