Sfogliando classici, Leggendo storici: L'ultima regina di C.W. Gortner ||Riflessi di Libri- The Historical Novel||

Cari Riflessi di Lettori oggi con immenso piacere, insieme alla pagina The Historical Novel, vi presentiamo: L'Ultima Regina di C.W Gortner

E' in cantiere già da qualche settimana questo progetto, ma adesso siamo pronte a presentarvi questa fantastica collaborazione!
Noi di Riflessi di Libri, amanti del genere Classico e Storico, abbiamo deciso di collaborare con la pagina The Historical Novel (esperta nel settore) dedicando un'intera sezione a questo tipo di narrativa.
Una sorta di "triangolo letterario" che vedrà coinvolta, anche, la nostra pagina Spin.off "Istantanee Letterarie". 
 Appuntamento fisso: Ogni Domenica!

L'Ultima Regina è un romanzo storico PERFETTO!
Intrighi di Corte!
Suspense!
Tradimenti!
Intrighi!
Assassini!
Un SOLO Trono
Giovanna la Pazza!
Recensione a cura di The Historical Novel:
"Quando iniziai a leggere il libro, non avevo ancora l'abitudine di sottolineare le frasi che mi colpissero di più, quindi non ho una citazione preferita. Posso dirvi, però, che ho amato questo romanzo dalla prima all'ultima pagina. Arrivai a conoscere Giovanna, grazie al suo legame di sangue con Caterina D'Aragona; moglie di Enrico VIII° d'Inghilterra e sorella di quest'ultima. Figlia di Ferdinando d'Aragona & di Isabella di Castiglia, a sedici anni viene data in sposa, per motivi politici a Filippo di Borgogna, detto anche, Filippo il bello. I principi, come ormai sappiamo da tempo, non si sposano per amore; ma a lei capiterà l'incredibile fortuna di innamorarsi perdutamente di suo marito. Vivrà un breve periodo di felicità, che precede diversi tradimenti, sia da parte del marito che da parte del padre, a cui lei era molto legata. Filippo e Ferdinando, saranno disposti a dichiararla pazza pur di sottrarle il trono di Castiglia, da lei ereditato in linea diretta dalla madre. Verrà, quindi, imprigionata per ben quarantasei anni nella prigione di Tordesillas, dove verrà costretta a vivere in condizioni durissime, fino alla morte, avvenuta nel 1555. Nel romanzo è Giovanna, a raccontare in prima persona la sua lunga vita, turbolenta, affascinante e tragica."