Presentiamo: Condannati a Morte di Paola Di Nino






Cari Lettori oggi vi presentiamo "Condannati a Morte" di Paola Di Nino.


Del suo romanzo ci ha colpito la citazione!

"Sentii il suo fiato sui miei capelli, ed ebbi paura. Aprii immediatamente la porta. Si sentì un cigolio fastidioso, il portone di quella cella era tremendamente pesante e non riuscii a scostarlo senza mostrare segni di fatica sul volto. Non avevo mai visto tanta polvere tutta insieme. Restammo sommersi da un fumo puzzolente. Un odore di chiuso misto al profumo di quelle notti insonni in cui né passato né futuro trovano senso. E fu lì che mi resi conto di quello che realmente avevo davanti: un solco di tenebre, neanche due metri quadrati, in cui, girandoti, potevi ritrovare te stesso. Polvere, fumo e odore di malattia, in un angolo senza cuore e senza cielo. E io lo stavo rinchiudendo lì dentro. Mi si stringeva lo stomaco, ma era il mio lavoro. Appena aprii la porta lui entrò nell'oblio. Stoico, lo ammirai stupita."


Le auguriamo ogni bene!

Buona Lettura! 
Booktrailer: https://youtu.be/-syfZ16baa0

Link per acquisto: IBS, Amazon, Mondadori, Feltrinelli:



In un’Italia plumbea e violenta che ha appena ripristinato la pena capitale, due ragazzi turchi, fratello e sorella, vengono arrestati per traffico di droga. Il trattamento loro riservato è da subito durissimo: la ragazza, Azmiye, viene malmenata, rasata a zero e incarcerata nel reparto maschile, mentre il fratello, Koray, viene rinchiuso in una cella di isolamento. Ad attenderli ci sono una falsa accusa di omicidio e l’iniezione letale. Gli abusi subiti dai due giovani destano sospetti nella protagonista, la guardia carceraria incaricata della loro custodia, che inizia a indagare sugli sporchi segreti celati dietro la loro detenzione. Pagherà caro il desiderio di aiutarli, ma si lascerà trasportare da un assurdo amore per lui, una strana passione, fatta di sguardi e di sensazioni: un amore che non trova né spazio né tempo per essere vissuto.



Biografia:
Paola Di Nino nasce a Milano il 29 Aprile 1986. Dopo aver intrapreso studi scientifici per tutta la sua adolescenza, si laurea al Politecnico di Milano in Ingegneria delle Telecomunicazioni.
Forse fa sorprendere, e anche un po’ sorridere, per una poetessa un percorso fatto di matematica e di ore passate tra circuiti e antenne. Ma al di là di quello che gli occhi consentono di guardare si cela una grande amante dei viaggi, del mare, di lunghe passeggiate, di cavalcate sulla spiaggia. E, incontrandola come una perfetta sognatrice ad occhi aperti di realtà incantate, ecco che non stupiscono più la grande passione per la letteratura e la forte inclinazione a dare vita ai moti dell’animo con altalenanza di prosa e di poesia.
“SUBIRE” è un verbo complesso. “AMARE” lo è anche di più.
Un romanzo denso, emozionante, filtrato dai pensieri della protagonista: una donna viva, autentica, coraggiosa, mai disposta al compromesso. Un romanzo intenso e toccante, poche pagine in cui si concentrano, ben pressate fra di loro, emozioni contrastanti e profonde riflessioni sul valore della vita e della dignità personale.
Da non perdere il booktrailer da me creato disponibile su youtube all’indirizzo:
Molte altre informazioni e novità sulla pagina facebook www.facebook.com/condannatiamorte o sul mio sito internet www.paoladinino.it  

Intervista:
Ciao Paola, anzitutto ti ringrazio per aver scelto il nostro blog, per pubblicizzare i tuoi scritti. Ne siamo davvero onorate.



Allora, cominciamo questa piccola intervista per conoscerci meglio, ma soprattutto per farti conoscere e approdare nel magico mondo dei lettori.

1)     Questa tua passione per la scrittura è nata in modo particolare?
La passione della scrittura è sempre stata una presenza importante nella mia vita. Avevo dieci anni quando ho iniziato a scrivere le mie prime poesie e i miei primi racconti, la mia insegnante di letteratura ha creduto fin da subito in me e questo sicuramente ha aiutato la mia crescita e la consapevolezza di quello che potevo offrire. Il mio stile è diventato negli anni più maturo e unico ed è in continua evoluzione tuttora.


2)     Cosa provi quando scrivi?
In ogni mio scritto metto me stessa, sfogo le mie emozioni. La verità è che faccio riferimento quasi sempre a sensazioni reali trasportandole in un mondo fantastico. La scrittura è per me per sfogarmi, per liberarmi di quello che ho dentro, un modo per mettere in gioco i miei pensieri e coinvolgere il lettore in una nuova avventura. A volte la scrittura mi permette anche di ritrovare me stessa,


3)     Che effetto ti fa sapere che quel che hai scritto verrà letto da tanta gente?
È un effetto piacevole perché spero di arrivare nel cuore della gente. Quando presento le mie opere nelle librerie o nei locali e vedo le persone che si commuovono di fronte ai miei versi poetici oppure al sentire parti del mio romanzo provo una gioia indescrivibile. È bellissima la sensazione di poter creare un’emozione in qualcuno, che sia suspance, amore, felicità o commozione.


4)     Anche se questa può sembrarti una domanda paradossale: 

Preferisci leggere o scrivere?
Penso anzitutto che non esista una cosa senza l’altra. Leggere e scrivere sono sempre strettamente connessi. Ma devo ammettere che preferisco scrivere! In parte per i motivi che ho detto prima e in parte perché sono sempre piena di idee che devo liberare dalla mia mente.


5)     Che genere di narrativa preferisci?
Il mio genere preferito è drammatico.


6)     Il tuo scrittore preferito? Perchè?
Oscar Wilde. Per il suo genere unico e innovativo, per i suoi romanzi intricati e originali.


7)     Il tuo libro preferito? Perchè?
Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen, perché mi ritrovo pienamente nel carattere sia della protagonista sia dell’autrice. Condivido i loro pensieri, la loro passione per l’amore vero non corrotto dalla necessità.


8)     Quanto tempo dedichi, in media alla scrittura e alla lettura?   
Purtroppo mai abbastanza!

    9)   Nel tuo libro è presente una Play List? 
Se si, vuoi condividerla con noi? 
-
  
 10)   Come ci hai conosciuto? Cosa pensi di Noi?
Vi ho conosciuto tramite facebook e trovo le vostre iniziative molto interessanti. Un sito internet ben strutturato, una raccolta di autori vasta e materiale di qualità