CALENDAR GIRL: Gennaio #Recensione















Cari Riflessi, ecco a voi la recensione del mese di Gennaio di Calendar Girl, il romanzo cult dell'estate 2016!
Buona Lettura!

Scopri Febbraio e Marzo

Per leggere la PRESENTAZIONE di Gennaio (Clicca QUI)
Per leggere l' ESTRATTO di Gennaio (Clicca QUI)
Recensione: 
Anzitutto colgo l'occasione per ringraziare Anna (Ufficio stampa Mondadori) per avermi regalato questa opportunità e aver riposto fiducia al mio "giudizio". 
Ho sentito parlare molto di "Calendar Girl", ma soprattutto dell'autrice, Audrey Carlan, famosissima all'estero e ancora sconosciuta in Italia.  
Devo dirvi la verità: subito dopo aver letto la trama rimasi perplessa! 12 mesi, 12 uomini diversi!? Ho subito pensato " oh no un'altra copia di 50 sfumature di grigio", ma ho deciso  di non dar tanto peso a questa mia impressione. 

Calendar Girl si presenta come un romanzo leggero e scorrevole, insomma nulla di impegnativo, ottimo per una lettura sotto l'ombrellone, in autobus o in treno! 

La protagonista è Mia Saunders,una ragazza dinamica e intraprendente di Las Vegas, parecchio sfortunata in amore, cresciuta dal padre con una sorella più piccola alla quale fa da madre. Purtroppo (e come da protagonista femminile sfigata che si rispetti) sin da piccola è costretta ad accollarsi tutti i problemi e le responsabilità di una famiglia, compresi i  debiti del padre dati dalla sua dipendenza dal gioco d'azzardo. L'ultimo uomo di cui si è innamorata è Blaine, nonché la causa di tutti i suoi problemi, infatti suo padre si trova in coma proprio per causa dei parecchi debiti che ha contratto da Baline! Pur di salvare suo padre e saldare i suoi debiti, Mia è disposta a fare di tutto.

Tutto pur di salvarlo!

L'unica soluzione che le viene offerta  è quella di accettare un lavoro come escort: dovrà,per un anno, vivere per 24 giorni al mese con un cliente diverso, viaggiando per il tutto il Paese per raggiungere il cliente che le viene assegnato. Mia percepirà il 25 % in più del compenso pattuito, di cui il 5% andrà all'agenzia di riferimento, se si spingerà al sesso, perché tecnicamente non è compreso nell'accordo.

Ma veniamo a noi, alla parte più interessante:
Wes è uno sceneggiatore bello e ricco.

Dato che  che deve partecipare ad una serie di eventi che riguardano il suo prossimo film, sotto pressione della madre, preoccupata dalle donne che lo assalgono quando esce in pubblico solamente per un fattore economico, assume Mia come accompagnatrice!
#ComeVolevasiDimostrare: Wes è carino,premuroso e gentile, niente po po di meno: a letto è un fenomeno, ma mette subito in chiaro le cose: tra loro ci sarà solo sesso, niente sentimenti!

30 giorni passano in fretta e tutto può essere ribaltato!
Cosa aspettate? Leggete, leggete, leggete!